La professione medica in un Poliambulatorio Privato: percentuale o affitto?

| | Comments (0) | TrackBacks (0)
Sempre più spesso l'attività medica libero professionale si svolge all'interno di poliambulatori. I vantaggi, sia per il professionista che per l'utente, sono molteplici. Il professionista potrà usufruire di ambienti idonei, puliti, attrezzati, dotati di una segreteria e spesso anche di attrezzature difficili da acquistare per uno studio professionale. L'utente, oltre ad avvalersi delle stesse cose appena citate, potrà anche avvalersi della presenza di più professionisti nello stesso luogo.

Ma il vantaggio maggiore, per il professionista della salute che si avvale di una struttura poliambulatoriale è quello di abbattere drasticamente i costi. La condivisione di spazi e servizi con altri professionisti permette di offrire qualità maggiore a costi più contenuti.

Esistono, sostanzialmente, due diverse modalità di pagamento del "servizio" poliambulatorio: l'affitto e la percentuale.

  • Con l'affitto il professionista "noleggia" la struttura con i servizi che offre per il periodo che ritiene più opportuno e durante quel periodo uno degli ambulatori (in qualche caso più d'uno) che compongono la struttura è a sua disposizione. Gli svantaggi dell'affitto sono: il costo del "noleggio" viene addebitato anche nel caso in cui l'ambulatorio dovesse rimanere deserto; il prezzo dell'affitto è gravato anche dell'IVA che diventa un costo per il professionista in quanto le sue prestazioni sono esenti da IVA ex art. 10 del DPR 633/72. Ambulatorio 2002 è in grado di emettere fatture relative anche a prestazioni non mediche e, come in questo caso, gravate dell'IVA.
  • Con la percentuale il professionista riconosce, su ogni prestazione, una percentuale al poliambulatorio in cambio dei propri servizi. In questo caso il poliambulatorio effettua una vera e propria compravendita di prestazioni sanitarie. L'atto medico rimane di competenza del medico, ma per quanto riguarda la parte economica il poliambulatorio funge da tramite tra utente e professionista. La prestazione, in questo caso, viene "caricata" della somma prevista come percentuale destinata al pagamento del servizio prima di essere venduta all'utente. In questo caso l'IVA non viene applicata perché si tratta sempre di prestazioni sanitarie.
A2002_riepilogo_onorari.png
Ambulatorio 2002 non solo tiene traccia di tutte le prestazioni e della percentuale applicata (che può ovviamente variare da prestazione a prestazione e da professionista a professionista), ma può preparare automaticamente un facsimile della fattura che il professionista della salute dovrà compilare per avere onorate le sue prestazioni.

Una forma ibrida di pagamento dei servizi è l'affitto calcolato in percentuale sull'importo delle prestazioni.

Anche in questo caso Ambulatorio 2002 è in grado di facilitarci i calcoli. Basta infatti annotare, per ogni prestazioni erogata, qual'è stato l'importo incassato dal professionista e quale percentuale spetta al poliambulatorio per avere, in modo del tutto automatico, la fattura  per l'erogazione dei servizi bella e pronta a fine mese.

0 TrackBacks

Listed below are links to blogs that reference this entry: La professione medica in un Poliambulatorio Privato: percentuale o affitto?.

TrackBack URL for this entry: http://www.gestionepoliambulatorio.it/cgi-sys/cgiwrap/cheiron/managed-mt/mt-tb.cgi/3

Leave a comment

About this Entry

This page contains a single entry by Ambulatorio 2002 published on February 9, 2009 4:41 PM.

La curva di apprendimento del personale di segreteria di un Poliambulatorio Privato was the previous entry in this blog.

SMS per ricordare ai pazienti gli appuntamenti nel tuo ambulatorio is the next entry in this blog.

Find recent content on the main index or look in the archives to find all content.

Powered by Movable Type 4.01